I Briefing degli Alleati dell’Umanità – 10 punti riassuntivi

1. Il destino dell’umanità è quello di emergere e in una Comunità Più Grande di vita intelligente nell’Universo e di interagire con essa.

2. Il Contatto con altre forme di vita intelligente rappresenta la più grande soglia che l’umanità abbia mai affrontato. Il risultato di questo Contatto determinerà il futuro dell’umanità per le generazioni che succederanno. Questo contatto sta avendo luogo ora.

3. L’umanità non è preparata per il Contatto. I ricercatori non sono ancora in grado di vedere con chiarezza chi sta visitando il nostro mondo e perché. I governi non stanno rivelando ciò che sanno, e la maggior parte della gente nega ancora il fatto che questo fenomeno stia avendo luogo.

4. A causa di questa mancanza di preparazione, i veri alleati dell’umanità hanno mandato dei rappresentanti in un luogo vicino alla Terra con lo scopo di osservare la presenza extraterrestre e le attività nel nostro mondo. I Briefing degli Alleati dell’Umanità rappresentano il loro resoconto.

5. Questi Briefing rivelano che il nostro mondo sta subendo un’Intromissione extraterrestre da parte di forze che, come dimostrato dalle loro azioni, sono qua per sovvertire l’autorità umana ed integrarsi, a proprio vantaggio, nelle società umane. Queste forze rappresentano organizzazioni non militari che sono qua per cercare risorse umane e biologiche. Gli Alleati si riferiscono a queste forze con il nome “Collettivi.” I Collettivi non danno alcun valore alla libertà umana.

6. Per il fatto che l’Intromissione è portata avanti da piccoli gruppi di forze intrusive, la stessa si deve affidare principalmente sull’imbroglio e sulla persuasione al fine di conseguire i propri traguardi. I Briefing degli Alleati descrivono in dettaglio le modalità con le quali ciò viene realizzato e che cosa dobbiamo fare per fermarli.

7. Questa Intromissione extraterrestre si focalizza su quattro arene:

• Sta influenzando persone in posizioni di potere e di autorità affinchè esse collaborino con loro, dietro la promessa di grande ricchezza, potere e tecnologia.

• Sta creando nel mondo delle infrastrutture nascoste, dalle quali l’Intromissione può esercitare la sua influenza nell’Ambiente Mentale, cercando di rendere conforme a loro, la gente di ogni luogo attraverso il loro “Programma di Pacificazione”.

• Sta manipolando i nostri valori religiosi ed i nostri impulsi religiosi al fine di ottenere fedeltà umana per la loro causa.

• Sta prelevando le persone contro la loro volontà e spesso senza che loro se ne rendano conto, al fine di supportare un programma di ibridazione studiato per creare una razza ibrida ed una nuova classe di leader che sia legata ai “visitatori”.

8. Quei visitatori extraterrestri che sono stati potenzialmente positivi per l’umanità si sono tutti ritirati dal mondo in vista dell’Intromissione. Tutti quelli che restano sono razze aliene che non sono qua per il nostro bene. Questo ci lascia in una situazione priva di ambiguità per quanto riguarda la presenza extraterrestre. Questo ci mette in grado di vedere chiaramente con chi abbiamo a che fare, altrimenti sarebbe impossibile distinguere gli amici dai nemici.

9. I Briefing degli Alleati enfatizzano il grave pericolo che corriamo accettando e diventando dipendenti dalla tecnologia ET che viene offerta dall’Intromissione. Questo ci porterà solo a dipendere dai “visitatori”, provocando la nostra perdita di libertà e di autosufficienza. Nessun vero Alleato dell’Umanità ci offrirebbe questo. Gli Alleati enfatizzano il fatto che siamo già in possesso di soluzioni terrestri per i problemi che stiamo affrontando. Quello che ci manca come razza è unità, volontà e cooperazione.

10. Nonostante la grande sfida che abbiamo ora da affrontare, l’umanità ha ancora un grande vantaggio, se sarà in grado di reagire in tempo. I Briefing degli Alleati ci rivelano sia le forze dell’Intromissione, che le loro debolezze. Una delle debolezze dell’Intromissione è il fatto che loro si affidano all’acquiescenza ed alla collaborazione umana, al fine di conseguire i loro obiettivi. Sulla base delle regole di comportamento della Comunità Più Grande, nell’ambito della regione nella quale esistono i nostri mondi, l’Intromissione non è consentita a meno che non si riesca a dimostrare che le genti native la benvengono ed approvano. Qua le nostre voci possono avere forza nella Comunità Più Grande. Al momento l’Intromissione ha pochi che la criticano, ma se abbastanza persone riescono a diventarne consapevoli ed a pronunciarsi contro la stessa, l’Intromissione sarà repressa e dovrà ritirarsi. Questo è il primo passo nella preparazione dell’umanità al fine di gestire le realtà della vita nell’Universo. Questo passo e tutti i passi che seguiranno daranno all’umanità la sua vera unica possibilità di superare i suoi annosi conflitti e di unirsi per difendersi e per preservare il proprio mondo. Gli Alleati affermano che noi, come esseri umani, abbiamo la forza spirituale e collettiva per farlo e che lo dobbiamo fare se vogliamo sopravvivere ed avanzare come una razza libera ed indipendente, nella Comunità Più Grande.

Questo riassunto rappresenta solo una panoramica generale e non include molti degli importanti dettagli rendono possibile una comprensione completa dei Briefing degli Alleati. Visitate il sito

www.alliesofhumanity.org per ulteriori informazioni e

http://www.newknowledgelibrary.org/categories/Books/Italian/ per scaricare il libro in italiano.